Google+

mercoledì 16 aprile 2014

Cave of Tales



La Casa dell’Architettura, in piazza M.Fanti 47 a Roma, il 17 aprile inaugurerà “Cave of Tales” la stanza d’artista realizzata dalla street artist e illustratrice Alice Pasquini per gli spazi della -1 Art Gallery.

Ispirata dagli spazi della galleria Alice Pasquini racconta: “ho immaginato una città sommersa nel dormiveglia. Il racconto scorre lungo le pareti. Il sonno non arriva, i pensieri si affollano nel blu della stanza, diventano ombre e restano ad aleggiare tutte intorno a me. La città prende forma nel buio, Il soffitto è trafitto da piccole stelle rare che ora girano vorticosamente.
Vorrei aggrapparmi ad una di esse e lasciarmi trasportare, ma continuano a sgusciar via come pesci. Un’automobile scivola sul bagnato e i riflessi svelano un viso nel silenzio. Sopra ad un tetto guardo al limite della città e al mio futuro. All’improvviso ho le vertigini.” 

domenica 13 aprile 2014

Corti al Caffè

Da non perdere l'appuntamento al Caffè Letterario con la proiezione di 7 corti per la rassegna Corti al Caffè .
Lunedì dalle ore 21:00 si susseguiranno le opere di sette registi tra i quali il nostro amico Luca Mazzara con il suo ultimo lavoro Too Late che ha recentemente ottenuto il primo posto al concorso “SHOT & SHORT” tenutosi a Roma il 20 febbraio 2014 presso il Cineclub Detour.
Si tratta di un thriller d'azione girato a Roma. Quattro giovani ragazzi ricchi scontenti ed annoiati dalla loro stessa vita decidono di ottenere nuovi stimoli facendo una rapina ma un imprevisto pericolo rovercerà la situazione.

Ci andiamo...domani?

lunedì 7 aprile 2014

La piccola bellezza

Oggi parliamo de La piccola bellezza, una mostra-progetto curata da David “Diavù” Vecchiato ospitata all'Hangar Tattoo, in via dei Marzi 65, a San Lorenzo, a ingresso libero fino al 16 aprile 2014.

I presupposti dai quali nasce questo esperimento li troviamo nella decisione di eliminare la storia dell'arte dalle scuole secondarie in Italia. La notizia ha scosso tutti e nonstante le petizioni si è deciso che il nostro paese non è in grado di sostenere la spesa.


Che ne sarà allora, si domanda David Vecchiato, di un'Italia gestita da una  generazione
di individui privati della conoscenza della grande Storia dell’arte di questo paese?
Proprio qui, da questa domanda nasce l'idea dell'esperimento. Ora è compito nostro educare i bambini alla bellezza:
scegliamo un’opera d’arte, diamola ad un bimbo e facciamogliela ridisegnare a modo suo. Il risultato di questo esperimento nel suo caso è sfociato in questa mostra che affianca i lavori di venti artisti contemporanei ad altrettante opere dei bambini che li hanno reinterpretati. 

Perchè far copiare i bambini? Non ci hanno forse insegnato che copiare è sbagliato? Invece no, è proprio imitando che si tenta di capire, di assimilare il gesto della creazione artistica. 

Andiamo quindi a vedere questa eccezionale esposizione:


"Nella Storia dell’arte c’è tutta la Storia dell’umanità. Toglierla alla formazione dei nostri figli significa strappargli le radici e senza radici il tronco si inchina arido verso la terra e mai si alzerà forte verso il cielo."